01 dic 2014

Arcade Workshop, Day 1 of 7 – I ferri del mestiere!

 image
Come avevamo annunciato la settimana scorsa questa sarà interamente dedicata al nostro esperimento di creare un mini-cabinato da zero, adatto da giocare a casa, dalla grandezza contenuta e facilmente trasportabile. L’obbiettivo è quello di riuscire a spendere il meno possibile, ed avere un’ “arcade machine” performante, capace di far girare una buona quantità di giochi del passato e mantenere il più possibile il feeling che si respirava nelle sale giochi anni 80/90.
Ricordiamo che per questo progetto ci siamo ispirati alla guida di Mr Mime (potete trovare qui il suo blog: http://ilmiomame.blogspot.it/).
 
Pubblicità:
Scelta dello stile:
 
Abbiamo deciso di dare al nostro cabinato arcade uno stile anni 80, fatto di colori vivaci e di impatto. Dovrà essere composto da 3 colori principali: nero, rosso e giallo. Il nero e il rosso saranno la parte estetica dominante del “coin op”, mentre al giallo saranno lasciati i contorni e abbellimenti vari. Nella speranza che alla fine il risultato sarà il più possibile dall’aria “giocosa”, tipica dei tempi addietro, soprattutto per quello che riguardava gli arcade giapponesi.
Infine, nella parte frontale (sopra il monitor) abbiamo optato di inserire una targhetta personalizzata (sotto potete vedere la foto della stampa).
image
I preparativi:
 
Comprare il materiale per la struttura, tanti giri ai mercatini, una controllatina negli armadi e in cantina, qualche telefonata ad amici e pareti per recuperare hardware. Una riordinata a tutti gli strumenti di lavoro e via a progettare. Da notare che ora la parte che ha davvero richiesto più tempo è stata quella di trovare un hardware decente, ma per tutto questo leggete la seconda parte, domani disponibile online.
image 
Benissimo. E’ ora di partire. Per prima cosa dobbiamo rispolverare gli strumenti di lavoro. Per la creazione del mini-cabinato abbiamo usato sostanzialmente 3 attrezzi:
  • Trapano avvitatore a batteria: indispensabile per forare e avvitare.
  • Seghetto alternativo: per tagliare il legno.
  • Levigatrice: rifinire i bordi.
image image
Mentre il materiale per costruire la struttura del cabinato che abbiamo scelto è il seguente:
  • Compensato di pioppo 80x60x1: per le parti laterali, quella inferiore e quella frontale.
  • Compensato di pioppo 80x60x0,5: per la parte superiore e quella posteriore.
  • Tavola di plexiglass: andrà a costituire la cornicetta del cabinato e la protezione del monitor.
  • Rotoli di carta adesiva nera/rossa: rivestirà l’intera struttura.
  • Viti, cerniere e staffe ad L: per il montaggio e la stabilità del nostro cabinato.
  • Smalto giallo: per colorare i bordi scoperti del legno
image image
Chiudiamo il primo appuntamento con la canzone del giorno, per metterci un po’ di coraggio e vigore, abbiamo scelto la sempre verde Eyes of the Tiger dei Survival (famosa per essere la soundtrack di Rocky 3).
A domani per tutti i preparativi della parte hardware! ;)

0 commenti:

Posta un commento