02 dic 2014

Arcade Workshop, Day 2 of 7 – Hardware per l’emulazione!

image
Questa seconda parte è sicuramente la più interessante per tutti gli smanettoni, si tratta del post dedicato alla scelta dell’hardware.
Per nostra fortuna un amico ha cambiato il suo PC e non sapendo cosa farsene del suo vecchio ha deciso di darcelo. A sua detta era “rotto”, in realtà dopo un veloce controllo aveva semplicemente la RAM scollegata dal suo banchetto. In ogni caso siamo riusciti così ad avere un PC gratis, non al top (ovviamente) ma sicuramente buono per emulare i giochi anni 80/90.
Una volta provato e smontato i vari componenti abbiamo deciso di sostituire la scheda video con una nostra inutilizzate, vecchiotta, ma sicuramente più performante per la causa, una Radeon serie x1950. Il computer è in grado di far girare tutti gli emulatori “ordinari” (NES, SNES, Master System, Mega Drive ecc) e qualcuno più complesso come quello SEGA Saturn, Play Station, CPS3 e l’ottimo Model 2 (ma di questo parleremo in maniera più dettagliata).
image image
Alla fine il PC in questione ha le seguenti caratteristiche:
 
  • Scheda Madre Asus M2V-MX
  • Alimentatore da 500w
  • Hard Disk di 320 GB
  • RAM da 2 GB Kingston
  • Processore AMD Athlon 64 x 2 dual core 3800+ 2,00 GHZ
  • Scheda video Radeon serie x1950
image
Per quello che concerne il monitor invece abbiamo preso un Philips 170s in un mercatino dell’usato, al prezzo di 24 euro. Un vecchiotto, ma ottimo, LCD a 17 pollici con una risoluzione massima di 1280 x 1024 (andrà particolarmente bene per giocare i nostri giochi realizzati con OpenBor).
Abbiamo provato a collegarlo con il portatile e la qualità visiva ci ha stupito positivamente, inoltre è sottile e leggero, sarà perfetto da incastrare nella base del nostro mini cabinato.
Mentre per il sonoro useremo delle casse della Trust precedentemente usate in un altro computer.
image
Infine come joystick abbiamo optato per un Qanba economico (35 euro, la parte più esosa di tutto il cabinato, per ora…), forse il meno caro disponibile in questo momento. Il Quanba ha sei bottoni di gioco e la compatibilita XInput. Pur essendo molto spartano risponde bene ai comandi ed è comodamente moddabile.
Il joystick sarà inserito direttamente dentro il cabinato, leggermente inclinato e adagiato con la parte superiore nella base di legno, togliendo la scocca inferiore.
image
E infine, come sarà per tutta la rubrica, postiamo la canzone del giorno: Pocket Calculator dei Kraftwerk, non poteva essere diversamente!
Ci vediamo domani con la parte che ci vedrà al lavoro! Non perdetevela! :D
Pubblicità:

0 commenti:

Posta un commento